ANMIC SONDRIO

 

BENVENUTO

 

ANMIC (Associazione Invalidi Civili) di Sondrio è attiva in provincia dal 12 Aprile del 1965.

ANMIC riconosciuta con Decreto del Presidente della Repubblica (23 Dicembre 1978) a tutela delle persone con disabilità, è un Ente non lucrativo di promozione sociale.

 

Il più importante sostegno alla nostra attività è l'adesione all'Associazione attraverso il TESSERAMENTO 2021.

 

Tutti coloro che vengono riconosciuti invalidi o mutilati civili possono diventare soci di ANMIC Sondrio e anche le persone non invalide (quali soci sotenitori).  

 

DIVENTA SOCIO E CONTRIBUISCI A TUTELARE I TUOI DIRITTI E QUELLI DEI TUOI FAMIGLIARI!

 

 

Si comunica che è stata prorogata la scadenza per l'invio dei modelli 

 

RED 2020 E RED SOLLECITO 2019,

INV CIV 2020 E INV CIV SOLLECITO 2019


LA DATA DI SCADENZA E' FISSATA AL 25 MARZO 2021 

 

INPS LOMBARDIA

PRENOTAZIONE ACCESSO ALLO SPORTELLO

 

Dal 1 febbraio è attivo il servizio vocale di prenotazione per l'accesso allo sportello.

 

Attivo tutti i giorni 24 ore su 24, contattando il numero verde 803.164 (da telefono fisso) o il numero 06.164.164 (da telefono mobile).

INPS Comunicato_stampa_prenotazione tele[...]
Documento Adobe Acrobat [249.6 KB]

 

 

 

 

 

 

 

 

DOPO DI NOI L. N. 112/2016

 

ASSEGNAZIONE DELLE RISORSE A FAVORE DI PERSONE CON DISABILITA' GRAVE PRIVE DI SOSTEGNO FAMIGLIARE 

 

Le istanze vanno presentate all'Ufficio di Piano di Sondro entro il 15 febbraio 2021.

 

Maggiori informazioni nel documento allegato e presso gli uffici di ANMIC Sondrio.

 

Dopo-di-noi-2020-Avviso.pdf
Documento Adobe Acrobat [214.9 KB]

 

Ovvero la normativa che contiene il Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2021 e Bilancio pluriennale per il triennio 2021-2023.
Ecco in sintesi le 
misure previste all’interno della Legge dedicate al mondo del sociale, alle persone con disabilità e alle loro famiglie.


TUTELA DEI LAVORATORI FRAGILI
All’art. 1, commi 481/482, la Legge riprende le tutele previste per i cosiddetti “lavoratori fragili” originariamente previste dal DL Cura Italia e le reintroduce per il periodo dal 1° gennaio al 28 febbraio 2021.
Dal 1° gennaio fino al 28 febbraio 2021, dunque, per questa categoria l’assenza dal posto di lavoro sarà equiparata al ricovero ospedaliero, senza pesare sul periodo di comporto.
Inoltre, viene estesa fino a fine febbraio anche l’opportunità che i lavoratori fragili svolgano di norma la prestazione lavorativa in modalità agile anche attraverso l'adibizione a diversa mansione ricompresa nella medesima categoria o area di inquadramento.
Ricordiamo che le agevolazioni si applicano ai lavoratori dipendenti pubblici e privati in possesso di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, attestante una condizione di rischio derivante da 
immunodepressione o da esiti da patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita, ivi inclusi i lavoratori in possesso del riconoscimento di disabilità con connotazione di gravità.


CONTRIBUTO ECONOMICO PER FIGLI CON DISABILITÀ
I commi 365-366 sanciscono lo stanziamento di un contributo per i tre anni (2021, 2022, 2023) destinato alle madri disoccupate o monoreddito facenti parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico aventi una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60%. Il contributo, corrisposto mensilmente, avrà valore massimo di 500 euro netti.

SUPERBONUS 110%, ELIMINAZIONE DELLE BARRIERE ARCHITETTONICHE

I commi 66-74, non solo prorogano la detrazione al 110% (il cosiddetto superbonus) per gli interventi di efficienza energetica e antisismici effettuati sugli edifici fino al 30 giugno 2022, ma ne ampliano anche l’applicabilità a interventi finalizzati alla eliminazione delle barriere architettoniche, anche nel caso siano effettuati in favore di persone aventi più di 65 anni.
Si tratta di adattamenti che riguardano ascensori e montacarichi o finalizzati alla realizzazione di strumenti tecnologici che favoriscono la mobilità interna ed esterna all'abitazione per le persone con disabilità grave (legge 104/1992).


FONDO DOPO DI NOI, CAREGIVER FAMILIARI, SOGGETTI CON AUTISMO
Fondo Dopo di Noi. La Legge di Bilancio 2021 stabilisce, per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023, un aumento del Fondo per l’assistenza alle persone con disabilità grave prive del sostegno familiare di 20 milioni (per un totale di 76 milioni per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023).
Caregiver Familiare. Con il comma 334 la legge di bilancio (re)istituisce - dopo il tentativo fallito della legislatura precedente - un fondo destinato alla copertura finanziaria di interventi legislativi finalizzati al riconoscimento del valore sociale ed economico dell’attività di cura non professionale svolta dal caregiver familiare. La dotazione del Fondo sarà di 30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023.
Fondo per la cura di soggetti con autismo
. Con i commi 454-456 viene aumentato di 50 milioni per il 2021 il Fondo.


SPAZI RISERVATI ALLA SOSTA DELLE PERSONE CON DISABILITÀ
Al fine di favorire la mobilità urbana ed extraurbana, anche con riferimento alla mobilità delle persone con disabilità, nello stato di previsione del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti è istituito un fondo, con una dotazione di 3 milioni di euro per l’anno 2021 e di 6 milioni di euro per l’anno 2022, che provvede a istituire spazi riservati destinati alla sosta gratuita dei veicoli adibiti al servizio di persone con limitata o impedita capacità motoria muniti di contrassegno speciale ovvero delle donne in stato di gravidanza.

INCLUSIONE SCOLASTICA
I commi 960-963 toccano il capitolo dell’inclusione scolastica sotto diversi aspetti: formazione del personale, numerosità degli insegnanti di sostegno e ausili e strumenti didattici.
Il comma 960 definisce un progressivo incremento degli insegnanti di sostegno: 5.000 per prossimo anno scolastico, 11.000 dall’anno scolastico 2022/2023 e 9.000 a decorrere dall’anno scolastico 2023/2024.
Il 961, invece, sancisce l’incremento, per il 2021, di 10 milioni del fondo (ex cosiddetta “Buona scuola”) da destinare alla formazione obbligatoria del personale docente impegnato nelle classi con alunni con disabilità.
Il comma successivo, poi, stabilisce che, al fine di realizzare l’inclusione scolastica degli alunni con disabilità, per ciascuno degli anni scolastici 2021/2022, 2022/ 2023 e 2023/2024 sono stanziati 10 milioni di euro per l’acquisto e la manutenzione di attrezzature tecniche e di sussidi didattici.
Infine, il comma 963, regolamenta l’assegnazione delle risorse professionali di sostegno didattico e di assistenza specialistica agli alunni con disturbi specifici di apprendimento, diagnosticati ai sensi della legge 8 ottobre 2010, n. 170.

Quando vengono pagate le pensioni di invalidità? 

Le date e il calendario per tutto il 2021


Nella Circolare INPS numero 148 del 18 dicembre 2020 l’Istituto ha reso noto il calendario dei pagamenti delle pensioni di invalidità.

I pagamenti dei trattamenti pensionistici, degli assegni, delle pensioni e delle indennità di accompagnamento erogate agli invalidi civili, oltre che delle rendite vitalizie dell'INAIL, sono effettuati il primo giorno bancabile di ciascun mese, o il giorno successivo se si tratta di giorno festivo o non bancabile, con un unico mandato di pagamento. L’unica eccezione la fa il mese di gennaio, nel quale il pagamento viene eseguito il secondo giorno bancabile (art. 1, comma 184, della legge 27 dicembre 2017, n. 205).

Ecco  il calendario mensile dei pagamenti per l’anno 2021

 

Gennaio: 4 (Poste) 5 (Banche)
Febbraio: 1
Marzo: 1
Aprile: 1
Maggio: 3
Giugno: 1
Luglio: 1
Agosto: 2
Settembre: 1
Ottobre: 1
Novembre: 2
Dicembre: 1

 

Gentili utenti,

i recapiti di Tirano e Morbegno hanno riaperto.

Ci trovate a Tirano il 2° e 4° mercoledì del mese dalle ore 14.30 alle 16.30. 

A Morbegno tutti i lunedì del mese dalle ore 14.30 alle 16.30.

 

 

In questo momento difficile per il nostro Paese vi invitiamo a osservare scrupolosamente le indicazioni di Stato e Regione.

Ognuno di noi ha la responsabilità di contenere la diffusione del virus!

 

Grazie,

ANMIC Sondrio

 

NUOVE MISURE PER LE PERSONE CON DISABILITA'

 

FONDO NON AUTOSUFFICIENZA

Destinazione: Potenziamento dell'assistenza, servizi e progetti di vita indipendente per le persone con disabilità e non autosufficienti gravi e per il sostegno di coloro che se ne prendono cura.

Istituito presso: Ministero del lavoro e delle politiche sociali

Con il Decreto-Legge 19 maggio 2020, n.34 (“D.L. Rilancio”), il Fondo è stato aumentato di altri 90 milioni di euro per l'anno 2020 rispetto ai 571 già previsti (571+90=661 milioni di euro). Di questi 90 milioni di euro, 20 milioni sono destinati interamente alla realizzazione di progetti per la vita indipendente.

 

FONDO PER L'ASSISTENZA ALLE PERSONE CON DISABILITA' GRAVE PRIVE DI SOSTEGNO FAMILIARE (FONDO "DOPO DI NOI")

Destinazione: Potenziamento dei percorsi di accompagnamento per l’uscita dal nucleo familiare di origine e per la deistituzionalizzazione delle persone con disabilità gravissima. Il Fondo finanzia inoltre gli interventi di supporto alla domiciliarità e i programmi di accrescimento della consapevolezza, di abilitazione e di sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana e per il raggiungimento del maggior livello di autonomia possibile.

Istituito pressoMinistero del lavoro e delle politiche sociali

Con il Decreto-Legge 19 maggio 2020, n.34 (“D.L. Rilancio”), il Fondo è stato incrementato di ulteriori 20 milioni di euro per l'anno 2020 rispetto ai 58 milioni già previsti (58+20=78 milioni di euro).

 

FONDO DI SOSTEGNO PER LE STRUTTURE SEMIRESIDENZIALI PER L'ASSISTENZA ALLE PERSONE CON DISABILITA'

Destinazione: Misure di sostegno alle strutture semiresidenziali, comunque siano denominate dalle normative regionali, a carattere socio-assistenziale, socio-educativo, polifunzionale, socio-occupazionale, sanitario e socio-sanitario per persone con disabilità, che in seguito all'emergenza COVID-19, devono affrontare spese relative all’adozione di sistemi di protezione del personale e degli utenti.

Istituito presso: Presidenza del Consiglio dei Ministri

Con il Decreto-Legge 19 maggio 2020, n.34 (“D.L. Rilancio”), viene istituito per la prima volta il “Fondo di sostegno per le strutture semiresidenziali per persone con disabilità” per un totale di 40 milioni di euro. Il Fondo è istituito per favorire l’adozione di dispositivi di protezione individuale o nuove modalità organizzative per la prevenzione del rischio di contagio all’interno di queste strutture. Le modalità di attribuzione saranno disciplinate da un apposito Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri.

 

REDDITO DI EMERGENZA (REM)

Destinazione: Il Reddito di Emergenza (REM) è un sostegno al reddito straordinario destinato ai nuclei familiari in condizioni di necessità economica in conseguenza dell’emergenza epidemiologica da COVID-19.

Istituito presso: Ministero del lavoro e delle politiche sociali

Il REM, istituito con il Decreto-Legge 19 maggio 2020, n.34 (“D.L. Rilancio”), è compatibile con la presenza nel nucleo familiare di componenti che, al momento della domanda, siano titolari dell’assegno ordinario di invalidità. Non hanno diritto al Rem i soggetti ricoverati in istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato o di altra amministrazione pubblica.Per ulteriori informazioni e farne richiesta, è possibile consultare il sito dell'INPS.

 

(FONTE: UFFICIO PER LE POLITICHE IN FAVORE DELLE PERSONE CON DISABILITA')

ASSISTENZA DISABILI GRAVI

E DIVIETO DI LICENZIAMENTO 

 

La presente informativa legislativa per segnalare che il D.L. 18/2020 all'art. 47 prevede
“... Fermo quanto previsto dagli articoli 23, 24 e 39 del presente decreto e fino alla data del 30 aprile 2020, l’assenza dal posto di lavoro da parte di uno dei genitori conviventi di una persona con disabilità non può costituire giusta causa di recesso dal contratto di lavoro ai sensi dell’articolo 2119 del codice civile, a condizione che sia preventivamente comunicata e motivata l’impossibilità di accudire la persona con disabilità a seguito della sospensione delle attività dei Centri di cui al comma 1 ...".

Avv. Alessio Oldrini

 

 

ANMIC E CRAI: LA SPESA CHE SOSTIENE..CONVIENE

 

Continua l'iniziativa promossa da CRAI ARCEV. A seguito del nuovo Dcpm che invita ciascun cittadino a restare a casa, limitando il più possibile gli spostamenti, la rete di negozi alimentari CRAI ARCEV (distribuiti su tutto il territorio provinciale) garantisce un servizio fondamentale e vantaggioso per gli associati ANMIC Sondrio.
I tesserati ANMIC possono usufruire del 10% di sconto sulla spesa fatta presso i negozi CRAI che hanno deciso di riservare questa condizione di favore. 
L'iniziativa promossa da quasi un anno da CRAI ARCEV svolge - in questo particolare momento - un ruolo fondamentale sia per il servizio offerto che per la funzione sociale.
Del resto viene ribadito e garantito un servizio di prossimità che è di supporto a tutte le persone in difficoltà e alle loro famiglie. Contribuisce a infondere più tranquillità e a trasmettere un messaggio di solidarietà e sostegno in questo momento così delicato e difficile.


I negozi CRAI ARCEV aderenti

Supermercati CRAI Sito.pdf
Documento Adobe Acrobat [104.0 KB]

I NOSTRI RECAPITI

Anmic Italia

ASST       (ex Asl)

Regione Lombardia

Studio legale Oldrini

INPS

Handylex

Disabili

valtellina accessibile